Bora a Trieste – Storia e tipologie

Trieste è sempre stata una città legata alla BORA. Ma che cosa è? In che periodo soffia? Ecco tutte le informazioni sulla Bora a Trieste

A Trieste con la bora
ti ho baciata per un’ora

La BORA è un vento catabatico che soffia da est-nordest, generalmente a carattere discontinuo. È caratterizzato da forti raffiche, chiamate refoli.

Per la città di Trieste, la BORA non è un evento negativo anzi, è considerata energia allo stato puro. È solitamente chiamata in due differenti modi:

BORA SCURA quando il cielo è coperto, ovvero in caso di pioggia e neve;
BORA CHIARA quando il cielo è sereno;

Quando in città tira questo vento proveniente dalla Russia, la luce diventa più cristallina.

I triestini l’amano così tanto che gli hanno dedicato anche alcune importanti poesie (primo fra tutti UMBERTO SABA) e coniare sul suo nome anche dei termini dialettali come ad esempio è la parola “imboreza”. Il significato (positivo) di questa parola descrive infatti un soggetto agitato.

Conosco la bora,
chiara e scura,
la detesto quando scende fuori misura
con cielo sereno.
Amo l’altra
che ha una buia violenza cattiva
Io devo recuperare la bora
oppure qui affondare
nel mio paese natale
nella mia triste Trieste
nella mia Trieste triste
che amare è impossibile
e odiare anche.

Umberto Saba

La leggenda della Bora a Trieste

Bora era la più giovane e capricciosa tra le figlie di Eolo, il Dio del Vento. Un dì insieme ai suoi figli, il Dio vagava per il mondo. Giunti su un verdeggiante altopiano, Bora si allontanò per andare a giocare con le nuvole. Incuriosita, entrò in una caverna. Qui incontrò l’eroe TERGESTEO ormai di ritorno dalla Grecia. I due si innamorarono a prima vista. Il Dio però non accetto mai la loro unione tanto che uccise il giovane e intimò alla figlia di tornare a casa.

Bora sconvolta dal folle gesto del padre e dal dolore scoppiò in un pianto così disperato che ogni lacrima persa si trasformava in pietra.

Dal sangue dell’eroe invece nacquero delle piante tipiche del carso chiamate sommaco.

Dalla morte del suo amato, la capricciosa BORA è rimasta sul colle. La leggenda narra che se è felice allora soffia “chiara” mentre se si dispera per il suo amato e aspetta per rincontrarlo soffia “scura”.

Quali sono i luoghi principali della Bora a Trieste?

  1. Il GOLFO
    Il mare è il punto d’arrivo di questo vento. Molto suggestivi sono i disegni a forma di ventaglio che si formano sul mare.
  2. LA SACCHETTA
    Situata sulle Rive, la sacchetta con la bora a Trieste intona un concerto di “alberi” molto emozionante.
  3. MOLO AUDACE
    Luogo preferito dai turisti mentre tirano i refoli di vento. È da fare attenzione a non cadere in acqua.
  4. PIAZZA UNITÀ
    Con la Bora, anche attraversare la piazza centrale della città risulta molto difficoltoso. Oltre a questa piazza, con questo vento catabatico risultano molto difficoltose anche Piazza Puecher, Piazza Garibaldi e Piazza Oberdan.
  5. PONTEROSSO E CANAL GRANDE
    Qui il vento arriva di taglio e diventa una esperienza unica, soprattutto per attraversare il ponte “curto” fino ad arrivare alla statua di James Joyce. È da fare attenzione anche ad non immedesimarsi troppo nel personaggio sveviano del Gaia.
  6. VIA DELLA BORA
    È la via dove questo vento s’incanala più forte. Viene citata anche da Antonio Tribel nel 1884.
  7. SAN GIUSTO
    È il colle che domina la città e anche il vento.
  8. VIA SAN NICOLÒ
    In questa via è facile farsi cogliere da refoli di vento improvvisi. Ad angolo con Via Dante è possibile cogliere Umberto Saba, con il bavero del cappotto alzato dalla bora, mentre si accinge a dirigersi verso la sua libreria.
  9. SAN GIACOMO
    Insieme a Via Mulini a Vento è il colle che dona maggiori emozioni durante la Bora. Qui è possibile intronare Largo Pestalozzi dove i cartelli stradali e le serrande dondolano e suonano, più che altrove.

Per evitare la bora è necessario rifugiarsi nelle vie denominate dai triestini, FODRE. Una di queste è quella chiamata Via Peschiera in zona Cavana.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi