Trieste e il caffè

30 Settembre 2017

C’è una cosa che contraddistingue Trieste dalle altre città d’Italia ed è il suo amore per il caffè. Il primo ottobre viene celebrata la Giornata Internazionale del Caffè e quale modo migliore di festeggiare raccontando questo rapporto con la nera bevanda.

Trieste è molte cose: una città di mare, una città di cultura e storia, ma prima di ogni cosa è una città dove il profumo del caffè appena fatto pervade ogni via e ogni angolo, rendendo una giornata a passeggiare una vera e propria esperienza olfattiva.

Sono moltissime le caffetterie di Trieste che vengono considerate tra le più storiche: c’è l’Antico Caffè San Marco costruito inizialmente nel 1914 in un vecchio edificio delle Assicurazioni Generali. Nel ‘15 gli Austriaci lo rasero al suolo poiché punto di ritrovo per gli irredentisti cittadini e punto di stampa per documenti falsi per tutti i cittadini che volevano fuggire in Italia. In quell’anno il San Marco divenne un vero e proprio punto di ritrovo per grandi artisti letterati come Svevo, Joyce e Saba. Venne ricostruito successivamente al secondo dopoguerra mantenendo nonostante tutto il suo aspetto originario, ovvero quello degli antichi caffè viennesi.

Degno di nota è anche il Caffè degli Specchi situato in Piazza Unità d’Italia, sotto a palazzo Stratti, rappresenta da sempre il salotto buono della città, una vera e propria vetrina per notare e farsi notare.

Il caffè per Trieste è un vero e proprio rituale, un po’ come per i Napoletani. Tuttavia, a differenza del popolo partenopeo, nella città del vento esistono moltissimi modi per ordinare la bevanda.

trieste e il caffè

Ecco alcuni esempi:

  • Nero: un caffè espresso semplice;
  • Capo: è un espresso macchiato caldo in tazzina;
  • Capo in b: è l’espresso macchiato caldo servito in bicchiere;
  • Capo in b tanta: è l’espresso macchiato caldo con tanta schiuma;
  • Capo in b tanta special: (conosciuto principalmente nell’Università di Trieste) è un espresso macchiato caldo con tanta schiuma e una spolverata di cacao;
  • Caffelatte: è il cappuccino classico;
  • Cbs: è un capo in b senza schiuma;
  • Goccia: un caffè con una goccia di schiuma di latte al centro
  • Nero deca: è un espresso decaffeinato;
  • Capo deca: è un espresso macchiato caldo decaffeinato;
  • Capo deca in b: è un espresso macchiato caldo decaffeinato in bicchiere;

Il grande legame di Trieste con il caffè è segnato anche dal Porto Vecchio e i suoi grandi magazzini, dove solo le erbe e i fiori trasportati dalla bora che s’incanala per i vicoli, segnano lo scandire del tempo che sembra essersi fermato ai primi anni del ‘900.

Trieste e il suo amore per la nera bevanda è una storia che merita di essere raccontata, ma non è questo il luogo e il momento. Raccontateci alcuni aneddoti che conoscete su questa storia d’amore senza tempo.

Foto © Caffè degli Specchi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi